Ciascuno cresce solo se sognato

Appunti di Geofantastica di Gianluca Caporaso e disegni di Sergio Olivotti

Si  è sempre chiamata così la città di Ischia? Ebbene, anche se si stenta a crederlo, il suo nome originario era un altro. Ma quale, viene spontaneo domandarsi? Ed è qui che cominciano i problemi: perchè il grande maremoto che ha spazzato l’isola e la città ha anche abbattuto il cartello di benvenuto che recava il nome della città, cancellandone l’iniziale e, d’altro canto, gli abitanti sono stati talmente travolti dalla paura da aver completamente perso la memoria.

Qual era allora quel nome? Era forse Fischia? O Mischia, o Rischia? Ebbene, se volete risposta a questo interrogativo non vi resta che leggere <i>Appunti di Geofantastica</i> di Gianluca Caporaso, ottimamente illustrato da Sergio Olivotii e recentemente pubblicato da Lavieri. Un viaggio immaginario – ma non troppo – tra città che, finalmente, riusciamo a scoprire con occhi nuovi: non solo Ischia, ma anche Cosenza, Metaponto, Corleone ed altre ancora.

Tutte con la loro storia, i loro personaggi tipici, e quelle peculiarità che derivano loro soprattutto dal nome. Per cui Cosenza non può essere che una città senza cose, mentre Metaponto si abbellisce di un ponte a metà e Corleone si caratterizza per il cuor da leone dei suoi abitanti. Ma sarebbe riduttivo limitare le belle invenzioni di Gianluca Caporaso ad aspetti meramente nominali.

In realtà, ogni città si caratterizza per peculiarità che, pur nascendo dal nome, trovano poi modo di estrinsecarsi in aspetti “antropologici” degli abitanti, tutti ed in varia maniera ispirati a concetti di amicizia, solidarietà, tolleranza, accoglienza. E ciò fa di questo libro un “bel” libro,  una lettura consigliata non solo ai bambini, ma – di questi tempi – anche agli adulti.

Ma attenzione, non immaginate pistolotti moralistici e un po’ noiosi. Il libro è divertente, ironico e impreziosito dai fantastici disegni di Sergio Olivotti che ne esaltano i momenti più esilaranti.

Se c’è un appunto che possiamo muove agli autori è che finisce presto. Lo avremmo desiderato più lungo questo prezioso manuale di geografia fantastica. Vuol dire che ce ne andremo a Corsano, la città della buona salute, e lì, in santa pace, aspetteremo il secondo volume.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...